Dispositivi anti abbandono senza smartphone

baby bell

Siete in cerca di dispositivi anti abbandono senza smartphone? Abbiamo buone notizie per voi, ce ne sono diversi in commercio, pronti a soddisfare la vostra necessità.

Dal 7 novembre 2019 è entrata in vigore la legge che prevede l’obbligo di dispositivi anti abbandono per chi ha a bordo bambini al di sotto dei quattro anni. A partire da marzo inizieranno anche le sanzioni per chi non si fosse ancora messo in regola con il nuovo Codice della Strada, quindi è il momento di dotarsi di un dispositivo adatto alle vostre esigenze.

I dispositivi possono essere integrati nei seggiolini, esterni a questi o integrati con i sistemi di allarme del veicolo, in ogni caso perché siano a norma è indispensabile che siano in funzione automaticamente, appena mettiamo il bambino sul suo seggiolino e che siano in grado di emettere avvisi sonori, acustici o aptici che ci avvisino nel caso in cui il piccolo sia rimasto a bordo mentre noi ci stiamo allontanando dalla macchina.

Il problema di molti genitori è che nella maggior parte dei casi i dispositivi richiedono necessariamente l’uso dello smartphone per funzionare, un vincolo che per molti rappresenta un grande ostacolo. L’imperativo è scegliere un dispositivo che sia il più possibile adatto alle vostre necessità, per questo se vi capita spesso di:

  • dimenticare il cellulare a casa, in auto o in ufficio;
  • avere il bluetooth dello smartphone disattivato;
  • se dovete prenderne un dispositivo per l’auto dei nonni o altri parenti che non hanno una particolare familiarità con i cellulari;

Allora dovrete orientarvi verso dispositivi anti abbandono in grado di funzionare anche in assenza di smartphone e dove l’uso di applicazioni non sia previsto (o sia soltanto un extra opzionale).

Fortunatamente sul mercato ci sono diversi dispositivi anti abbandono che non richiedono la presenza dello smartphone e del bluetooth, in questo modo sarete sicuri dell’effettiva utilità del prodotto.

Baby Bell

baby bell

Il dispositivo anti abbandono Baby Bell di Steelmate è composto da due parti: un tappetino da inserire sotto la fodera del seggiolino e un display da applicare alla presa da 12V dell’accendisigari. Quando il tappetino rileva la presenza del bambino questo segnala la corretta posizione sul display. 

Il dispositivo non ha bisogno di nessuna configurazione, il sistema si attiva appena il sensore del tappetino rileva un peso di 1,5 kg, quando la macchina viene spenta e il seggiolino è occupato dal bambino il sensore emette un allarme sonoro di 15 secondi e il display diventa rosso, ricordando al conducente la presenza del bambino. 

Inoltre, il dispositivo vi avviserà se durante il viaggio il bambino è seduto correttamente e se ci sono anomalie emette 3 bip di allarme, facendo diventare rosso il display. 

Si può anche collegare, via cavo usb, un telefonino al display, così potremo attivare anche un sistema di messaggistica di allerta. Per poterlo usare dovremo prima scaricare l’applicazione gratuita, registrare e inserire al suo interno i 3 numeri da avvisare in caso di pericolo

Nel momento in cui staccheremo il cavo, se il bimbo è ancora seduto, l’applicazione ci manderà una notifica visiva, sonora e con vibrazione, se entro pochi minuti non segnaleremo di avere il bambino con noi l’app farà partire gli SMS verso i 3 numeri pre impostati, comunicando la posizione dell’auto al momento dello spegnimento.

Se portiamo più bambini sarà necessario acquistare un adattatore per sdoppiare l’uscita accendisigari.

Questo dispositivo funziona solo se la presa da 12V dell’accendisigari viene alimentata solo a motore acceso, in caso contrario non potrà rilevare lo spegnimento del veicolo. 

Baby Seat Alarm

baby seat alarm

La Phonocar ha prodotto il dispositivo anti abbandono Baby Seat Alarm, composto da un piccolo cuscino da mettere sotto la fodera del seggiolino che comunica via wi-fi con il display che va introdotto nella presa accendisigari. Non sono necessarie configurazioni o applicazioni, ogni volta che il bambino verrà messo sul seggiolino il cuscino ne rileverà la presenza e il display mostrerà una luce verde. 

Quando spegneremo il veicolo il display diventerà rosso ed emetterà un suono di allarme, segnalandoci la presenza del bambino. 

Baby Seat Alarm non prevede applicazioni sullo smartphone e quindi nessun allarme di secondo livello, funziona solo in veicoli in cui la presa a 12V dell’accendisigari viene alimentata dall’accensione del motore.

Remmy

Remmy

Remmy è stato uno dei primi dispositivi anti abbandono presenti sul mercato, frutto di una piccola start-up italiana. Il sistema è composto da una tavoletta con un sensore da posizionare sotto la fodera del seggiolino e va collegato alla presa da 12V dell’accendisigari. La tavoletta avverte la presenza del bambino, attivandosi con un peso minimo di 2 kg.

Una volta che viene spenta l’automobile, e il bambino è ancora sul seggiolino, parte un allarme per ricordarci di prendere il piccolo.

Remmy funziona da allarme anche durante il tragitto, se mentre il veicolo è acceso il peso viene tolto dal seggiolino si attiva un allarme sonoro, avvertendoci che il bambino si è slacciato le cinture e non è più al sicuro sul seggiolino. 

Oltre al collegamento del cavo Remmy non richiede altre installazioni e non ha un’applicazione associata

Chi ha due seggiolini, in auto dovrà acquistare  “Remmy doppio”, con due sensori da collegare alla presa accendisigari.

Leggi la recensione completa

Mymi

dispositivo mymi

Mymi è un cuscinetto universale che va applicato sul seggiolino, facendo passare la cintura spartigambe nell’asola centrale, in grado di rilevare la presenza del bambino. 

Questo dispositivo ha due livelli di sicurezza e può essere usato anche senza smartphone. Infatti, basterà connettere il cuscinetto al tracker portachiavi in dotazione, basterà associare i due elementi per essere già operativi.

Quando il bambino viene messo sul seggiolino il cuscino intelligente ne avverte il peso e si attiva, iniziando a dialogare con il tracker presente nel portachiavi e un breve segnale acustico confermerà che il sistema è in funzione e che il viaggio può iniziare.

Se dovessimo allontanare dal veicolo lasciando il bambino all’interno il tracker emetterà allarmi acustici e visivi. 

Per chi volesse essere più sicuro e poter contare sull’allarme ai parenti, possiamo scaricare anche l’applicazione dedicata e indicare i contatti di emergenza, che verranno avvisati nel momento in cui noi ignorassimo le notifiche dello smartphone. 

Potremo associare ad ogni applicazione diversi dispositivi Mymi e lo stesso dispositivo a più applicazioni. Inoltre, è possibile acquistare dei tracker extra, nel caso in cui dovessimo passare il cuscinetto su diversi veicoli o più persone (con mazzi di chiavi diverse) guidassero la stessa automobile.

Il dispositivo Mymi e il relativo portachiavi funzionano con delle batterie a bottone (rispettivamente CR2450 e CR 2032) e inviano delle specifiche segnalazioni acustiche quando si avvicina il momento di sostituirle.

Leggi la recensione completa

Tippy Pad con Tippy-Fi

tippy smartpad

Inizialmente il Tippy pad era studiato per funzionare solo collegato via bluetooth a uno smartphone, grazie all’integrazione con il Tippy-Fi anche questo dispositivo è perfetto per chi non vuole usare per forza il cellulare. Tippy-Fi è un semplice portachiavi da agganciare alle chiavi dell’auto (in modo da essere certi che sia con voi una volta chiuso il veicolo) che emette un allarme non appena si dovesse interrompere la connessione con il tappetino mentre su questo viene ancora rilevata la presenza del bambino.

Questo strumento è dotato di tecnologia Bluetooth e si interfaccia direttamente con il tappetino Tippy applicato sul seggiolino, rendendolo utilizzabile anche in assenza di applicazioni o telefoni.

Ovviamente potrete usare anche l’applicazione e il telefonino per poter sfruttare anche gli allarmi di secondo livello, facendo partire degli sms di notifica verso i contatti di emergenza, nel caso in cui voi non doveste intervenire subito.

Leggi la recensione completa