Dispositivo o Seggiolino integrato?

Dal 7 novembre 2019 è obbligatorio l’uso di dispositivi anti abbandono per il trasporto di bambini di età inferiore ai quattro anni.

Si dovrà quindi correre a sostituire i seggiolini già in uso? No, perché la legge (art. 3) prevede che i dispositivi possano essere:

  • integrati all’origine nel sistema di ritenuta per bambini (seggiolino);
  • una dotazione di base o un accessorio del veicolo, compresi nel fascicolo di omologazione del veicolo stesso;
  • indipendenti sia dal sistema di ritenuta per bambini sia dal veicolo

Questo significa che se abbiamo un’automobile che integra già al suo interno uno di questi sistemi non avremo bisogno di altro, mentre se abbiamo già un seggiolino non è necessario acquistarne uno nuovo, basterà dotarsi di un dispositivo esterno, purché questo sia a norma e non intacchi l’omologazione del seggiolino stesso.

Ma per chi è in attesa dell’arrivo del proprio figlio e quindi deve, comunque, acquistare un seggiolino, oppure è in procinto di passare dall’ovetto a un modello successivo perché il piccolo è cresciuto, come orientarsi? Cosa prendere? Un seggiolino normale a cui aggiungere un dispositivo o prenderne uno che abbia già il sistema integrato?

Cerchiamo di analizzare insieme i pro e i contro delle due soluzioni.

Perché scegliere un dispositivo anti abbandono?

Avete già un seggiolino e non avete in previsione una sostituzione a breve, per cui, giustamente, non volete mettere in conto una spesa così importante? In questo caso vi converrà valutare uno dei tanti dispositivi esterni che si trovano sul mercato.

Esistono tre tipologie di dispositivo:

  • Clip: un accessorio da attaccare alle cinturine con cui assicuriamo il bambino al seggiolino e che comunica con il bluetooth del telefono
  • Cuscinetto: da applicare sulla seduta del seggiolino e che riconosce automaticamente la presenza del bimbo (avvertendone il peso) e si interfaccia con il bluetooth del telefono
  • Sensori: con e senza filo, una parte di attacca alla presa 12V del veicolo e il sensore si posiziona sotto la seduta del seggiolino. In questo modo non avremo bisogno del telefono.

Il primo consiglio è quello di vedere se il produttore del nostro seggiolino ha messo in commercio un dispositivo, in questi casi è assicurata anche il permanere dell’omologazione del seggiolino (questione che coinvolge i dispositivi a cuscinetto). Al momento ad aver percorso questa strada ci sono: Peg Perego con il suo Memo Pad e Memo Clip; Peg Perego con Babyguard; Inglesina con Ally Pad; Chicco con la clip Bebecare Easy-Tech.

Clip e cuscinetti funzionano solo in presenza di un cellulare collegato con bluetooth e offrono, oltre a un allarme immediato sullo smartphone della persona che ha in affidamento il bambino, allarmi di secondo livello nel caso in cui l’adulto non interagisse con l’applicazione (facendo quindi sapere che è tutto sotto controllo). In questo modo altre persone (segnalate durante la registrazione del dispositivo) riceveranno un SMS con le coordinate GPS dell’auto e potranno intervenire tempestivamente.

Se non abbiamo uno di questi seggiolini dovremo scegliere un dispositivo di marchi indipendenti. La scelta andrà fatta anche in base alle nostre abitudine (o a quelle delle persone a cui affidiamo il bambino).

Siete tra quelle persone che, una volta su due, dimenticano il cellulare a casa o in macchina, che non sanno mai dove sia finito o non avete dimestichezza con lo smartphone? Allora è meglio scegliere qualcosa che non preveda l’uso delle applicazioni, ma in questo modo non avremo allarmi di secondo livello. Per questo esistono anche modelli misti che, seppur funzionando anche senza smartphone offrono la possibilità di installare un’applicazione, per avere un ulteriore livello di allarme (ad esempio il modello Baby Bell di Steelmate).

Un altro motivo per scegliere dispositivi esterni è quello legato al costo, al momento i seggiolini con sistema integrato hanno prezzi abbastanza elevati, mentre quelli senza sensori costano meno, inoltre non troviamo, ancora, questi seggiolini moderni sul mercato dell’usato. Quindi se stiamo accettando che un parente ci regali il seggiolino appena dismesso dal figlio la soluzione del dispositivo esterno è perfetta per noi.

Il costo dei dispositivi anti abbandono va dai 39€ a 70€ (verranno, poi, riconosciuti 30€ di incentivo statale per ogni bambino, quindi conservate la ricevuta fiscale!).

Un’ultima domanda da farsi prima di scegliere una delle due soluzioni è sulla durata delle batterie. Molti dei modelli in commercio dichiarano una durata di 4 anni, con un uso medio di due ore al giorno, molti hanno le batterie sostituibili e quindi possono durare ben oltre i quattro anni (perfetto se pensiamo di tenere questo dispositivo anche oltre gli obblighi di legge o se pensiamo di passarlo anche a un secondo figlio)

Perché scegliere un seggiolino integrato?

Chi si trova nella situazione di dover, comunque, acquistare un seggiolino nuovo potrà scegliere di prenderne uno che abbia già il dispositivo integrato, in questo modo non dovrà applicare cuscinetti o clip e avrà la certezza di un prodotto pienamente a norma e omologato.

Al momento i marchi che offrono seggiolini con sistema anti abbandono sono pochi.

Chicco, il noto marchio per l’infanzia ha in commercio quattro prodotti: due ovetti e due seggiolini da 0 a 6 anni, per ognuno delle due tipologie è presente un modello ISize.

Il sensore è presente sotto la seduta del seggiolino e una volta rilevata la presenza del bambino si mette in contatto con il bluetooth dello smartphone, mettendoci in allarme appena ci allontaneremo di più di 10 metri dalla macchina, perdendo la connessione col seggiolino che risulta ancora occupato dal bambino, e avvertendo da 3 a 5 contatti nel caso in cui non rispondessimo alla notifica.

Chicco Oasys Up BebèCare Seggiolino Auto con Dispositivo Anti-abbandono Integrato, 0-6 kg, Gruppo 0+, Cool Grey

Free shipping
Last update was on: Ottobre 17, 2020 11:13 am
disponibile
126,65

Cybex, il marchio leader della sicurezza stradale per bambini mette in commercio dei seggiolini dotati di SensorSafe, una clip applicata sulle cinturine che assicurano il bambino al sistema di ritenuta e che , monitora in ogni momento la sicurezza e la salute del piccolo in auto. Il sistema, infatti, non ci allarma solo nel caso in cui ci allontanassimo dall’auto, ma anche se durante il viaggio l’abitacolo diventasse troppo freddo (sotto i 7° o sopra i 35°), se il bambino ha slacciato le sicure o se è seduto da troppo tempo.

Cybex Gold Pallas S Fix Seggiolino Auto 2 in 1 con e senza ISOFIX, Bambini Gruppo 1/2/3/9-36 kg, dai 9...

Free shipping
Last update was on: Ottobre 17, 2020 11:13 am
disponibile
279,90

Il costo dei seggiolini con dispositivo anti abbandono oscilla tra i 200€ e i 500€. Una spesa importante ma che, in alcuni casi, viene ammortizzata dal fatto che il prodotto seguirà la crescita del nostro bambino fino ai 6 anni.

Infine, visto che il dispositivo è obbligatorio per tutti i veicoli in cui viaggia il bimbo, se in auto di solito viaggiano due bambini sotto i quattro anni e stiamo passando l’ovetto del primo figlio al secondogenito per comprare il seggiolino al più grande, possiamo decidere di comprarne uno con sistema integrato e un dispositivo esterno da applicare all’ovetto. Stessa soluzione possibile anche se dobbiamo prendere più seggiolini (uno per la nostra auto e uno per quella dei nonni), in modo da contenere un po’ la spesa.

In ogni caso, ricordatevi di conservare la dichiarazione di conformità del prodotto (non è obbligatoria, ma quasi tutti i prodotti ce l’hanno e se non è presente nella confezione può essere scaricata dal sito del produttore)